Edison inaugura la Edison Digital Academy: un percorso formativo per accelerare la trasformazione digitale dell’azienda, puntando sull’arricchimento delle competenze delle sue persone. Edison Digital Academy è sviluppata in collaborazione con Talent Garden.

“In un contesto in rapida evoluzione come quello odierno, innovazione e digitale sono cardini strategici dello sviluppo di una società come Edison da sempre attenta a mettere le migliori tecnologie al servizio dell’energia, della sostenibilità ambientale e dei clienti – dichiara Giovanni Brianza, direttore Strategy, Corporate Development & Innovation Edison –. Con la Edison Digital Academy facciamo un importante investimento sulle nostre persone, abilitando nuove competenze per continuare a fare il nostro lavoro con eccellenza e nuove forme di collaborazione, ancor più trasversali tra i diversi team”.

“Un’altra tappa importante – è il commento di Giorgio Colombo, direttore Human Resources & ICT Edisonche si aggiunge al viaggio di accompagnamento delle persone verso la nuova era del lavoro digitale avviato dall’azienda nel 2017; il programma si è sviluppato attraverso un rilevante investimento in infrastrutture digitali ed un percorso di educazione digitale finalizzato alla conoscenza e all’utilizzo degli strumenti e degli applicativi digitali, progressivamente diffuso in tutte le sedi ed esteso a tutti i dipendenti”.

“Siamo da sempre convinti che la trasformazione digitale parta dalle persone e dal percorso di formazione dei team ancora prima che dalla tecnologia stessa – commenta Davide Dattoli, Founder e Ceo di Talent Garden -. Per questo motivo, siamo particolarmente entusiasti della collaborazione con un partner come Edison su un progetto così stimolante. Il nostro obiettivo comune è quello di contribuire allo sviluppo della cultura digitale che, oggi più che mai, rappresenta un asset fondamentale per il futuro delle aziende”.

La Edison Digital Academy è un programma di formazione permanente, che nel suo primo anno coinvolge 150 dipendenti, provenienti da tutte le aree aziendali; e dal secondo anno punterà a includere un numero sempre maggiore di persone. Il percorso si apre con un assessment sui partecipanti per appurare attitudine e livello di competenza digitale e per verificare le esigenze legate allo svolgimento del proprio lavoro. In base ai risultati, sono anche selezionati alcuni profili che si distinguono per competenza sugli argomenti, motivazione e capacità di condivisione e che diventano i digital evangelist del corso. A loro, una volta completato il corso, viene affidato il compito di trasferire le conoscenze e promuovere l’iniziativa all’interno e all’esterno dell’azienda.

In base ai risultati dell’assessment iniziale, viene definito il programma di formazione di ciascun partecipante, strutturato su sette masterclass dedicate a temi strategici per l’azienda – AI (intelligenza artificiale) for Business, From Data to Decision, Test&Prototyping, Smart Objects&IoT, GrowthHacking Mindset, UX & Customer Journey, Digital Product Management. Si tratta di un percorso focalizzato su precise aree tematiche, come l’intelligenza artificiale e le trasformazioni che porta nel settore dell’energia, gli ambiti di applicazione dell’internet of things e i nuovi servizi per le persone o l’importanza di pensare e progettare prodotti e servizi realmente a misura di utente.

Il percorso si chiude con un test che valuta il livello di competenza digitale acquisto, sulla base del quale ogni partecipante riceve un attestato del percorso, certificato tramite blockchain. L’attestato, che contiene la descrizione delle skill acquisite, dati e foto del partecipante, può essere inserito all’interno del curriculum vitae tramite link per il formato digitale o QR code per quello cartaceo. A tre mesi di distanza dalla chiusura dei corsi, segue un ulteriore momento di confronto con i partecipanti, per comprendere il reale impatto del programma formativo sulle attività lavorative e per indagare le necessità di ulteriori approfondimenti per i corsi successivi.

La Edison Digital Academy si inserisce all’interno di un più ampio progetto di trasformazione strategica e digitale dell’azienda e dalla sua organizzazione, avviato nel 2017 con la creazione della nuova divisione Strategy, Corporate Development & Innovation, che ha introdotto un approccio caratterizzato dallo scambio continuo con il mondo dell’innovazione, al fine di facilitare lo sviluppo di nuove progettualità e lo scambio di competenze. Impostazione che ha portato, tra le altre cose, all’apertura delle Officine Edison di Milano e Torino, veri e propri hub dell’innovazione, con cui la società ha portato le attività di Ricerca e Sviluppo vicino ai centri di competenza dei propri business e nei poli italiani dell’innovazione.

Altro passaggio chiave è stato l’avvio nel 2018 del progetto di trasformazione digitale DAFNE – Digital Arena for the Next Edison, con la creazione di un centro di competenze digitali eterogenee, per l’incubazione e il test rapido di nuove soluzioni e modelli di business orientati al risultato. In poco più di 2 anni l’iniziativa ha generato progetti e soluzioni rilevanti per l’azienda e i suoi clienti, come per esempio lo sviluppo di modelli predittivi basati sul machine learning per migliorare l’esperienza dei nostri clienti o di automazione per migliorare l’efficienza dei processi interni.

A preparare il terreno per il cambiamento di paradigma culturale, nel 2017 è stato lanciato il programma di digital learning Energy Gate, ospitato sulla intranet aziendale e liberamente accessibile a tutto il personale. Il programma ha introdotto nella società i principali temi del digitale (trend e orientamenti dell’innovazione) e nuovi strumenti digitali di collaborazione, al fine di condividere un bagaglio conoscitivo comune, rendere più efficaci i processi e di consentire il lavoro in modalità smart working (avviato in Edison sempre nel 2017). Competenze che nel momento dell’emergenza da Covid-19 hanno trovato un momento di test imprevedibile e hanno consentito una risposta rapida ed organizzata della società, che ha esteso alla totalità del personale che svolgono lavoro di ufficio la modalità dello smart working, garantendo la continuità operativa di tutti i servizi e la sicurezza dei propri dipendenti.