Qual è lo stato della digitalizzazione nelle PMI italiane, con particolare attenzione al comparto industriale e manifatturiero? Un’interessante ricerca condotta da industriequattropuntozero.it, edita da Tecniche Nuove, delinea la situazione attuale e le prospettive di investimento futuro.

Quali benefici economici può portare la digitalizzazione d’impresa? Qual è il livello di implementazione di piattaforme o strumenti digitali di cui dispongono le aziende intervistate? Cosa si può fare quando non si hanno a disposizione gli “specialisti” del digitale (così difficili da trovare sul mercato)? Il white paper, scaricabile gratuitamente, fornisce una risposta a questi interrogativi partendo da uno spaccato di più di 150 aziende italiane del manufacturing.

   

La ricerca ha confermato che le PMI italiane hanno uno dei tassi di digitalizzazione più bassi d’Europa

Le cause? Sicuramente una certa preclusione verso l’investimento innovativo o, in presenza di esso, di una scarsità di utilizzo, probabilmente per la mancanza di competenze.

Il documento passa in rassegna gli strumenti e le piattaforme digitali utilizzate dalle PMI italiane, soffermandosi poi sulla definizione che le aziende danno della strategia di manutenzione adottata sui propri macchinari (reattiva, preventiva o predittiva).

Segue un’approfondimento sulla manutenzione predittiva – esempio virtuoso di quelli che possono essere i vantaggi della digitalizzazione d’impresa – in grado di evitare i fermi macchina improvvisi, aumentando la produttività complessiva, la durata dell’impianto e la sua sostenibilità ambientale, diminuendone allo stesso tempo i costi.

Scarica il White Paper per approfondire:

  • i principi del paradigma della digitalizzazione dell’impresa
  • i risultati della survey condotta su un campione di più di 150 PMI italiane
  • i principi e i vantaggi della manutenzione predittiva

Scarica il White Paper

Il White Paper è realizzato in collaborazione con Bosch Rexroth