Creare sempre maggiori punti di contatto innovativi con il cliente: è questa una delle più grandi sfide che oggi, più che mai, accompagna l’Industria 4.0.

Würth raccoglie la sfida inaugurando l’Automatic Store: il negozio completamente automatizzato consente ai clienti di realizzare acquisti in loco in modalità self-service – scegliendo tra un catalogo di oltre 2.000 referenze visualizzabile tramite il touch screen – o ritirare gli ordini effettuati tramite la Würth App o su www.wuerth.it sette giorni su sette, 24 ore al giorno.

Una nuova esperienza di acquisto

Würth Automatic Store trasforma l’esperienza di acquisto dei clienti Würth, con un touch-point fruibile in modalità self-service.

Il progetto è stato sviluppato grazie alla collaborazione con Hevolus Innovation, partner internazionale di Microsoft per la Mixed Reality e partner tecnologico di Würth Italia per iniziative di Corporate Open Innovation, e con ICAM, azienda specializzata nella progettazione e produzione di sistemi automatici per lo stoccaggio, la distribuzione e la vendita, progettati per interconnettere gli attori della supply chain.

Numerosi sono i vantaggi del nuovo Würth Automatic Store come, per esempio, la continua disponibilità di prodotti per gli artigiani locali, ma anche il monitoraggio in tempo reale dello stock disponibile per offrire una customer experience ogni giorno più integrata.

Il primo prototipo sarà installato a Sommacampagna, in provincia di Verona, presso lo spazio dell’azienda Cubi Srl, ma altri negozi automatizzati saranno lanciati su tutto il territorio nazionale.

“Würth è molto attenta all’innovazione e continua ad investire in soluzioni che possano permettere di essere sempre più vicini ai nostri clienti e al loro territorio, anche in modalità phygital: il perfetto connubio dei servizi della distribuzione physical e i vantaggi della vendita digital”, sottolinea Nicola Piazza, Amministratore Delegato di Würth Italia.

Un forte impegno nell’innovazione

I progetti di innovazione e di ricerca di Würth sono numerosi. Nell’ambito della corporate open innovation – ossia la collaborazione di Würth con istituti di ricerca, imprese e start up – è nato il Würth Innovation Hub presso il NOI Techpark di Bolzano, un campus scientifico dedicato alla ricerca e allo sviluppo di prodotti e servizi digitali dell’Industria 4.0. con cui Würth collabora per offrire soluzioni tecnologicamente avanzate ai clienti.

È stata anche sviluppata una piattaforma di prodotti/servizi con strumenti hardware e software che sfruttano la mixed reality. HoloBusiness, ad esempio, raccoglie una serie di soluzioni sviluppate in collaborazione con Hevolus Innovation che spaziano dalla progettazione alla formazione, dall’assistenza fino alla presentazione e vendita di prodotti e sistemi. La tecnologia da poco lanciata da Würth, in collaborazione con Microsoft Italia ed Hevolus Innovation, è HoloMaintenance Link, la piattaforma che consente agli artigiani e alle piccole imprese di proseguire nelle proprie attività di manutenzione in smartworking, guidando il cliente nella manutenzione del guasto attraverso la realtà aumentata/mista e un semplice dispositivo (computer, tablet e smartphone).