Estate 2020, siamo tornati a una pseudo normalità dopo il Lockdown dovuto al Covid-19, quello che si coglie parlando con la gente è un grande senso di incertezza, siamo in attesa di capire cosa succederà, come sarà la nostra vita professionale, personale, sociale dei prossimi mesi. Nessuno era preparato a una fase così incerta, nessuno ha esperienza nella gestione di situazioni di questo tipo.

A tutto questo si aggiunge che negli ultimi 10 anni molte aziende si sono concentrate al massimo sull’ottimizzazione dei propri processi in termini di abbassamento dei costi e massimizzazione dell’utilizzo degli asset perdendo però una caratteristica importante la flessibilità… quella stessa flessibilità che oggi più che mai per la situazione incerta come quella che abbiamo vissuto a causa del Covid-19 è necessaria se non fondamentale per superare le sfide che si stanno presentando.

Per affrontare questo periodo di grande incertezza di mercato dobbiamo farci trovare pronti e “ripartire dal foglio bianco” identificando i macroambiti di possibile intervento: 

  • Imprevedibilità della domanda (cambiamenti politici, mercati chiusi, etc.)
  • Modalità di interazione: tra le persone in azienda e tra aziende
  • Variabilità della supplier base (fornitori diversi, ricerca di informazioni, grandi, piccoli, ecc.).

Supply chain collaboration: l’approccio efficace

In particolar modo, la gestione della catena di fornitura potrà richiedere un approccio e strumenti tecnologici che garantiscano: flessibilità, visibilità, semplicità, reattività. Vediamo perché:

Migliore processo decisionale – Le soluzioni digitali possono fornire ai Supply Chain Manager consigli su come affrontare situazioni “difficili e incerte” come quella del COVID-19.

Automazione – Le operazioni automatizzate semplificano il lavoro dei Supply Chain Manager e consentono loro di concentrarsi su attività più preziose. 

Coinvolgimento dei clienti end-to-end – La tecnologia digitale può migliorare le esperienze dei clienti in termini di trasparenza e può dare allo stesso tempo maggiore controllo sulla catena di fornitura ai Supply Chain Manager: ad esempio, i sistemi track-and-trace che inviano aggiornamenti dettagliati sugli ordini durante il periodo di consegna.

Innovazione – Una catena di fornitura digitale può aiutare un’azienda a rafforzare il suo modello di business (ad esempio espandendosi in nuovi segmenti di mercato) e a collaborare in modo più efficace con clienti e fornitori (basando le decisioni sulle informazioni che vengono automaticamente estratte dall’ERP).

Supply chain collaboration: le tecnologie a supporto

Identificato l’approccio e gli obiettivi di un progetto di supply chain collaboration efficiente, è importante individuare le tecnologie da adottare a supporto.

Tra queste c’è Iungo, piattaforma collaborativa che può dare non solo visibilità su tutta la supply chain e permettere un controllo su tutta la delivery, ma è anche in grado di abilitare nuovi modelli collaborativi tra clienti e fornitori con una logica di ecosistema che si allarga in maniera snella.

Iungo che ha da sempre una forte propensione all’innovazione tecnologica e all’integrazione con altre piattaforme innovative in ottica di supporto e risoluzione delle esigenze dei clienti; è una piattaforma di Supply Chain Collaboration che garantisce il coinvolgimento del 100% dei fornitori assicurando la visibilità end to end di tutta la supply chain sui seguenti processi: sourcing, procurement to pay, vendor management e quality.

L’obiettivo di Iungo è da sempre quello di trasformare la collaborazione tra le aziende un valore distintivo e offrire una soluzione snella e scalabile, adatta e accessibile a tutti.

Il monitoraggio costante dello stato dei fornitori e delle interazioni con loro, la flessibile strutturata e l’approccio tecnologico alla collaborazione, fanno di IUNGO lo strumento ideale per farsi trovare pronti per rispondere in modo efficace alle sfide che i prossimi mesi ci chiederanno di affrontare.

Tutto questo riesce a farlo grazie al suo elemento disruptive la IungoMail, uno strumento di interazione brevettato che va ad imitare in una semplice mail le funzionalità di un tradizionale portale web. 

La collaborazione via mail è vincente per i nostri clienti e i loro fornitori perché è sicura, efficace e flessibile. Garantisce livelli di prestazione imparagonabili rispetto ad altri strumenti di supply chain collaboration, facilitando il fornitore sia nell’utilizzo di una soluzione semplice e accessibile, sia nella possibilità di mantenere la stessa infrastruttura tecnologica in casa e non dover fare modifiche lato IT. 

Con Iungo la supply chain diventa un ecosistema in cui devono e possono operare tutti gli attori coinvolti in maniera snella.