Gli studenti del team Coffee Break dell’Università degli Studi di Milano, dell’Università Bocconi e del Politecnico di Milano hanno vinto la prima edizione di Amazon Campus Challenge, la nuova sfida lanciata in Italia da Amazon per promuovere le competenze acquisite da giovani studenti universitari durante il percorso accademico e per sostenere le esigenze delle piccole e medie imprese italiane che intendono avvicinarsi all’e-commerce.

Il team Coffee Break, composto da Roberto Mazzoncini, Giovanni Cartapani, Stefano Nervi, Francesco Lazzarini e Andrea Cartapani ha sostenuto lo sviluppo del business di Caffè Cartapani, azienda bresciana produttrice di caffè da generazioni, entrata anche a far parte della vetrina del Made in Italy di Amazon.

L’obiettivo principale degli studenti del team Coffee Break è stato quello di superare l’approccio tradizionale dell’azienda per farla aprire a qualcosa di innovativo e fresco.

“Abbiamo ritenuto che con Amazon l’azienda Caffè Cartapani potesse espandersi non solo su territorio nazionale, ma anche all’estero”, hanno commentato i primi classificati. “All’inizio non è stato facile perché è un’azienda che si basa su principi molto tradizionali, ma alla fine, lavorando a stretto contatto con loro, abbiamo capito che era un’opportunità di rilievo. L’emozione più grande è stata la possibilità di riuscire a fidelizzare la clientela anche su Amazon.it”.

“Era da un po’ di tempo che stavamo pensando di iniziare a vendere tramite Amazon e questa occasione ci è sembrata il modo giusto per provarci e vedere che cosa riuscivamo a fare” afferma Renato Cartapani, Presidente Caffè Cartapani. “I ragazzi ci hanno fatto capire l’importanza dell’omnicanalità, ovvero di avere più canali di vendita che lavorano sinergicamente tra di loro. Inoltre, attraverso l’e-commerce potremmo anche iniziare a pianificare di vendere più facilmente al di fuori dell’Italia”.