Warrant Hub ha inaugurato una nuova sede operativa a Napoli, iniziativa celebrata con l’evento web “Innovazione tecnologica e Piano Transizione 4.0: incentivi alle imprese, eccellenze imprenditoriali e prossime sfide della trasformazione digitale e sostenibile”.

Per Warrant Hub il capoluogo campano rappresenta un ponte per affiancare le aziende del Mezzogiorno nell’accesso ad agevolazioni e incentivi per i loro investimenti e nello sviluppo di processi di innovazione.

Nell’odierno contesto economico italiano, aggravato dall’impatto dell’emergenza sanitaria, la finanza agevolata è un’opportunità quasi irrinunciabile per le imprese del Sud che vogliono investire sulla propria crescita. Sono numerose le misure per il Mezzogiorno – come il Credito d’imposta per il Sud Italia, incentivo a sostegno degli investimenti produttivi confermato e intensificato dal Decreto Rilancio – ma usufruirne non è semplice.

L’iter è molto complesso – bisogna conoscere le misure, verificare i requisiti di accesso, effettuare studio, progettazione e preparazione della modulistica – e le imprese, poiché spesso non dispongono delle competenze dovute, quasi sempre necessitano dell’affiancamento di uno specialista della finanza agevolata in ogni fase del percorso.

Nell’attuale scenario del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza – le cui linee guida rimarcano temi chiave quali la trasformazione digitale e la svolta green – Warrant Hub assiste le imprese anche nei processi di innovazione in ottica Industria 4.0 e in quelli orientati alla transizione ecologica.

“Sono già numerose le imprese del Mezzogiorno che si affidano a noi per l’accesso ad agevolazioni e incentivi comunitari, nazionali o regionali” ha dichiara Fiorenzo Bellelli, Amministratore Delegato di Warrant Hub – Tinexta Group. “La sede di Napoli ci consente un ulteriore avvicinamento alle realtà del Sud quale punto di riferimento nei loro confronti, anche nella divulgazione di temi strategici per il territorio, come testimonia il convegno di inaugurazione”.

La parola alle istituzioni

Davvero numerosi gli interventi durante l’evento web di inaugurazione. Il vicesindaco di Napoli Enrico Panini ha ricordato quanto oggi sia importante tornare a parlare di politica industriale per l’Italia e soprattutto per il Sud. “La Campania rappresenta un unicum per capacità di innovazione e stare sul mercato, però necessità di elementi di valorizzazione delle eccelenze che Warrant Hub possiede”.

Valeria Fascione, Assessore Internazionalizzazione, Startup e Innovazione Regione Campania, ha ricordato l’immediato impegno dell’istituzione da lei rappresentata nel diffondere sul territorio il paradigma di Industria 4.0, “come dimostra la legge Manifattura 4.0 del 2016. Oggi la Campania è al centro di interesse di grandi player internazionali come Apple e Cisco che hanno deciso di investire sul nostro territorio. Considerata così la nostra capacità di produrre innovazione e la proliferazione degli strumenti di sostegno, l’apertura della sede di Warrant Hub a Napoli rappresenta un supporto prezioso per individuare gli strumenti ad hoc propri per ogni fase di sviluppo e di crescita”.

Anche Edoardo Imperiale, Direttore Generale Digital Innovation Hub Campania, ha salutato l’arrivo di Warrant Hub come prezioso supporto per interfacciarsi in modo proficuo con le imprese. “Con Warrant Hub sarà importante costruire azioni mirate verso le Pmi”.

Leopoldo Angrisani – Direttore CeSMA – Centro Servizi Metrologici e Tecnologici Avanzati – Federico II, nonché Delegato MedITech – Mediterranean Competence Center 4 Innovation – Campania/Puglia, si è soffermato sul modello Integrazione 4.0 @Federico II. “Proponiamo di arrivare all’innovazione attraverso il concetto di integrazione. Inizialmente abbiamo pensato a grandi laboratori a disposizione delle imprese del territorio per le prove di conformità prodotto. Successivamente, sono divenuti laboratori di sperimentazione avanzata. Infine abbiamo introdotto le Academy con player internazionali”. Il concetto di integrazione coinvolge anche MedITech, che, con i suoi servizi alle imprese, guarda all’intero bacino mediterraneo.

Gli incentivi 4.0

Marco Calabrò, Dirigente Ministero dello Sviluppo Economico, e Pierpaolo Cavani, Ufficio Studi Director Warrant Hub, hanno focalizzato i propri interventi sul tema “Gli incentivi alle imprese del Piano Transizione 4.0 e opportunità per il Sud”. Calabrò ha ricordato l’esigenza del Ministero di rimettere mano alle misure 4.0 al fine di renderle più accessibili e pluriennali, con un nuovo fronte di opportunità all’orizzonte connesse anche al Recovery Fund. “Lo schema si muove dal super-ammortamento al credito di imposta, uno strumento fiscale unico per garantire maggiore facilità di accesso, in tempi più rapidi, soprattutto per andare incontro alle imprese fino ad oggi escluse”.

Dal canto suo, Cavani ha ricordato che, nonostante gli effetti negativi della pandemia, “in realtà il momento attuale è molto vantaggioso per gli investimenti, grazie ai numerosi strumenti a disposizione, oltre alla centrale Transizione 4.0”.

Il digitale motore della crescita

Infatti, le testimonianze e best practices di Industria 4.0 raccontate a conclusione dell’evento da Plastica Alfa, Softlab, Roboze e Tesi lo hanno confermato al meglio.

Importante il supporto fornito da Warrant Innovation Lab che, come ha spiegato la Business Development Manager Valentina Campagiorni, è la società del Gruppo dedicata ad accompagnare l’innovazione delle imprese. “Proprio l’innovazione digitale è importante – ha sottolineato Campagiorni – perché nello scenario attuale per le aziende è un catalizzatore della crescita e della ripresa”.