Primadonna si affida a IBM Cloud per accelerare l’espansione sui mercati internazionali della sua linea moda, garantendo rapidità di acquisto, personalizzazione del prodotto e grande attenzione alla customer satisfaction.

Con 400 negozi, collocati in più di 18 Paesi nel mondo, Primadonna aveva l’esigenza di affidarsi ad una infrastruttura tecnologica di livello entreprise.

“SappiamoValerio Tatarella, CEO & Founder di Primadonnache la fidelizzazione delle nostre clienti è influenzata dall’assortimento settimanale di numerose nuove disponibilità in negozio e dalla consulenza di stile che viene offerta sia dal personale di vendita sia dal nostro servizio di customer care sui canali social e aziendali”.

Primadonna ha spostato la propria infrastruttura IT in un ambiente certificato SAP su IBM Cloud for VMware per migliorare prestazioni e capacità di gestione. La sua infrastruttura IT viene resa disponibile attraverso il data center IBM Cloud di Milano, con backup replicati nei due siti europei di Amsterdam e Francoforte, utilizzando il servizio IBM Cloud Object Storage per offrire un’opzione di Disaster Recovery appropriata.

IBM ha implementato la soluzione con il business partner BlueIT, che lavora con IBM nel processo di trasformazione dell’infrastruttura IT del retailer. La soluzione IBM-BlueIT ha permesso a Primadonna di trarre vantaggio da un’architettura cloud ibrida, costituita da un’infrastruttura privata nel cloud pubblico IBM basata su Server Bare Metal. La soluzione prevede macchine certificate SAP per carichi di lavoro con risorse dedicate, gestite in ambiente VMware. La soluzione adotta anche servizi cloud pubblici multi-tenant e servizi di piattaforma cloud per i carichi di lavoro di analisi. Questo ambiente ha consentito a Primadonna di migrare dal precedente operatore cloud in tempi record senza modificare i carichi delle applicazioni e con un monitoraggio del sistema h-24.