RoadJob e LIUC-Università Cattaneo di Castellanza, Varese, portano per la prima voltai ragazzi dell’Academy e il percorso gratuito di formazione 2020, nel laboratorio innovativo i-Fab della LIUC, alla prova con Industria 4.0 e lean management.

Le otto settimane di orientamento e formazione gratuiti per tecnici specializzati, a cura di RoadJob Academy, entrano nel vivo di una fase inedita, per gli oltre 40 giovani, fra i 18 e i 29 anni, selezionati per l’edizione 2020.

Tutto il percorso formativo RJA 2020 prosegue, integrando modalità in presenza e on line, nel pieno rispetto delle norme di prevenzione e dei protocolli di sicurezza di massima cautela.

Per la prima volta, grazie alla partnership fra RoadJob e ‘LIUC-Università Cattaneo’ le ragazze e i ragazzi dell’Academy – candidati alla figura di tecnico specializzato – sono accolti nel laboratorio di alta formazione i-Fab di LIUC, dove, attraverso i moduli formativi innovativi e interattivi dedicati ai temi dell’Industria 4.0 e del ‘lean management’, stanno sperimentando prassi che, generalmente, sono applicate da imprenditori e manager. La fase conclusiva del modulo in collaborazione con I-FAB darà spazio ai temi della realtà virtuale e dei data anlytics, e sarà ospitata sulle piattaforme web messe a punto dai ricercatori di LIUC-Università Cattaneo.

RoadJob Academy è il percorso gratuito di orientamento e formazione per giovani tecnici specializzati fra i 18/29 anni, su iniziativa di 18 aziende, del Network RoadJob, dei più vari settori, fra Como, Lecco e Monza-Brianza, sempre aperto all’adesione di nuovi partner e territori e che porterà i 28 diplomati con votazione migliore a un concreto inserimento nel mondo del lavoro. i-Fab è la fabbrica modello ‘simulata’, ideata e realizzata dai ricercatori della Scuola di Ingegneria industriale della LIUC – Università Cattaneo di Castellanza.

i-Fab, dove si assemblano, ovviamente a fini didattici, calcio balilla, è una sorta di ‘palestra esperienziale’ dove è possibile mettersi alla prova con le tecnologie più avanzate della quarta rivoluzione industriale e con le tecniche del lean manufacturing. Gli strumenti utilizzati vanno dai robot mobili e collaborativi all’IoT, dall’analisi dei big data alla stampa 3D. All’insegna del ‘faccio-capisco-imparo’ – il motto guida della didattica esperienziale – si apprende sul campo e si impara facendo.

“Per la prima volta, nel contesto dell’Academy 2020, si concretizza una reale integrazione tra la formazione per tecnici specializzati e una formazione manageriale, innovativa e avanzata” è il commento di Marco Onofri, Vice Presidente RoadJob.

“Riteniamo che il ruolo delle università sia fondamentale anche nella formazione di tecnici specializzati che sempre più in azienda devono essere in grado di analizzare dati, interagire con nuove tecnologie ed essere dei veri e propri problem solver – afferma Tommaso Rossi, Professore Ordinario della Scuola di Ingegneria Gestionale di LIUC e responsabile di i-FABInoltre, la migliore modalità didattica per trasferire il nuovo paradigma Industry 4.0 e i principi lean è senz’altro quella della formazione esperienziale, come hanno ben compreso gli amici di RoadJob. In questo senso i-FAB è la palestra ideale per tutte quelle aziende, enti, academy che desiderano formare su questi temi estremamente attuali le loro persone”.

L’edizione 2020 di RoadJob Academy è frutto del lavoro del Comitato scientifico, di cui fa parte fra gli altri la LIUC di Castellanza e che ha avuto un ruolo anche nel definire le figure di riferimento per i tre percorsi professionalizzanti previsti: tecnici specializzati con competenze specifiche di produzione meccanica, in particolare di conduzione di impianti e macchinari industriali; manutenzione, per garantire l’efficienza di macchinari e impianti; produzione elettrica, per la realizzazione e il collaudo di sistemi elettrici ed elettronici. Tutto il percorso formativo e anche i moduli presso la LIUC di Castellanza si svolgono nel pieno rispetto delle norme di prevenzione e dei protocolli di sicurezza di massima cautela.