La tecnologia supporta i reparti ospedalieri per migliorare la gestione dei processi, la logistica e la tracciabilità dei medicinali.

Il progetto “Smart Ward Platform” di Antares Vision entra nella seconda fase del proprio percorso ed è pronto a innovare molti aspetti organizzativi delle strutture ospedaliere, rendendole sempre più smart e digitali, grazie all’erogazione di servizi ad alta tecnologia incentrati sul benessere dei pazienti.

Dopo un anno di sviluppo e il coinvolgimento di diverse strutture ospedaliere, che hanno supportato Antares Vision nella fase di concept e definizione delle specifiche, il progetto è giunto alla fase di prototipazione, che sarà presto seguita da quella di testing. In quest’ottica, è in corso una collaborazione con il Centro di Ricerca Tecnologie Avanzate per la Salute ed il BenEssere dell’IRCCS Ospedale San Raffaele, parte del gruppo San Donato, per portare avanti una sperimentazione prima in ambito simulato e poi direttamente nei reparti.

“Vogliamo ampliare la nostra visione e seguire il flusso delle informazioni dove queste trovano il proprio sbocco definitivo e pertanto risultano più cruciali, ovvero presso il paziente che sta assumendo il farmaco”, spiega Emidio Zorzella, Presidente e Amministratore Delegato della multinazionale. “Per noi si tratta di un percorso naturale che ci porterà a ottimizzare il cosiddetto ‘ultimo miglio’ del farmaco, una fase che riteniamo particolarmente critica ma proprio per questo potenzialmente aperta a notevoli miglioramenti in tema di tracciabilità, efficienza e sicurezza di tutto il flusso di gestione della terapia”.

Questa seconda fase, quindi, prevede l’implementazione della piattaforma intelligente nei reparti ospedalieri, come soluzione a 360° di medication management che consente di:

  • concentrarsi sulla cura del paziente, riducendo le attività di scarso valore per il paziente;
  • mantenere la tracciabilità end-to-end dell’intero processo, monitorando le azioni degli operatori sanitari nell’erogazione dei farmaci e ottimizzando la gestione di RCI (Root Cause Investigation) e CAPA (Corrective and preventive action) Analysis;
  • prevenire sprechi e out of stock, con una tracciabilità in real time dell’inventario dei farmaci presenti nel reparto;
  • creare un ambiente efficiente, informatizzato ed automatizzato per tutti gli step a scarso valore per il paziente e integrato al 100% con i sistemi informatizzati degli ospedali, anche a livello di cartella clinica elettronica;
  • fornire strumenti utili al personale ospedaliero per migliorare il processo decisionale.

Smart Ward Platform, progetto che ha ricevuto l’approvazione e il sostegno da parte del Ministero dello Sviluppo Economico (MISE) per interventi agevolativi “Agenda Digitale”, è stato avviato nel 2019 e ad oggi ha visto Antares Vision concludere le attività di ricerca e avviare quelle di sviluppo industriale.

I principali componenti della piattaforma intelligente sono:

  • Smart Trolley: carrello intelligente per la distribuzione, preparazione e somministrazione della terapia in modo tracciato, efficiente e sicuro. Diverse sono le features, tra cui un sistema ergonomico per il pick&place dei farmaci, un’integrazione con lo Smart Cabinet e una movimentazione intelligente;
  • Smart Cabinet: armadio di reparto connesso con la piattaforma di gestione e la farmacia centrale per tracciare la movimentazione e lo stock dei farmaci, con un collegamento diretto ed efficiente con lo Smart Trolley;
  • il software di gestione della piattaforma di Antares Vision, che fa da regista per la gestione dei componenti hardware della piattaforma e si interfaccia/sincronizza con i sistemi informativi ospedalieri, tra cui l’EHR (electronic health record);
  • soluzioni di smart data management e artificial intelligence, per fornire visibilità in tempo reale sul processo organizzativo e terapeutico, con segnalazione dei progressi, prestazioni e allarmi.

Antares Vision, fortemente impegnata nella fase di progettazione, avrà a breve disponibili i prototipi del sistema. In quest’ottica, è in preparazione un Focus Group con diverse Strutture Ospedaliere interessate, con l’obiettivo di condividere e consolidare le best practices, effettuare una Design Review con i principali stakeholders, raccogliere input per le attività di Design Optimization.