BMW Group Italia e AnotheReality sviluppano un gioco digitale per l’assistenza tecnica delle nuove Mini Full Electric. Un allenamento digitale per prepararsi alla certificazione sulle nuove batterie elettriche ad alta tensione. Un nuovo esempio di come il gaming, associato al digitale, stia entrando anche nella formazione tecnico-industriale.

Gamification e digitale a beneficio dell’apprendimento tecnico. Da una parte, le logiche del gioco applicate al training aziendale stimolano e facilitano l’apprendimento perché coinvolgono, divertono e spingono a “vincere”. Nella manutenzione, questo può significare arrivare a eseguire le procedure senza errori.

Dall’altra parte, la modalità digitale consente di amplificare le prove di gioco tutte le volte che si vuole, anche da remoto, simulando in 3D la corretta sequenza delle operazioni da svolgere fino a memorizzarle e a compierle bene anche in presenza, direttamente sul macchinario, lo strumento o, in questo caso, batterie elettriche ad alta tensione. È la promessa del nuovo “Batteria Alta Tensione SE14 – Learning Game”, un eseguibile che BMW Group Italia mette a disposizione dei centri di assistenza Mini.

In pratica, da fine 2020 oltre 300 tecnici che hanno intrapreso questo percorso di qualificazione potranno utilizzare un gioco digitale per allenarsi sulle batterie di alta tensione della Mini Cooper SE. Tutto ciò non sostituisce il training pratico che permette di certificare i tecnici ed è svolto presso il Training Centre di BMW Group Italia, ma lo integra, lo rinforza e consente di ripassare le procedure in completa sicurezza e divertendosi.

D’altronde, la chiave per rendere automatiche operazioni tecniche è quella di provare, riprovare, sbagliare e riprovare ancora finché non si diventi perfettamente abili. In campo tecnico-industriale, la formazione ha bisogno di questo spazio di allenamento per apprendere nuove abitudini e nuovi gesti operativi e la gamification è oggi uno strumento potenziante.

Di sicuro, la contingenza del distanziamento ha fatto cogliere maggiormente l’opportunità dell’addestramento digitale, in un momento in cui spostare le persone è complicato e costoso. Al tempo stesso, utilizzare la gamification, su cui BMW Group ha già altre esperienze, risponde al bisogno di coinvolgere sempre più i tecnici dell’assistenza e aiutarli a migliorare le prestazioni, anche attraverso strumenti innovativi.

Come funziona il gioco

Il gioco è stato co-progettato, insieme con i tecnici istruttori della casa automobilistica, da AnotheReality, società italiana specializzata in soluzioni immersive XR (eXtended Reality) per l’industria, anche in forma gamificata. In questo caso il gioco per BMW non sfrutta la realtà virtuale, ma è un gioco digitale interattivo, coinvolgente, pensato per l’ottimizzazione della User Experience (UI). Il gioco è compatibile con tutti i pc di officina, anche con quelli che non sono di ultima generazione, ottimizzati per il gaming avanzato.

Il gioco funziona così: il giocatore sceglie uno dei tre moduli della batteria elettrica, ognuno dei quali corrisponde a una specifica procedura di manutenzione. Quindi seleziona gli strumenti da usare in ogni specifica fase. Visualizzazioni grafiche per migliorare la User Experience danno l’idea dello sforzo necessario nel manovrare oggetti come cacciaviti, chiavi esagonali, tester e tool di sollevamento.

Il giocatore compie le operazioni direttamente sulla batteria che, riprodotta fedelmente in 3D, si può ruotare e ispezionare da ogni angolazione, rendendo l’esperienza estremamente interattiva e coinvolgente. Le fasi di simulazione operativa si alternano a brevi test intermedi a risposta multipla. Giocando, si ottiene un punteggio che può essere positivo, negativo o “fatale”, nel cui caso si prende una scossa virtuale e bisogna iniziare da capo.

Il gioco ha soglie di errore molto severe, proprio per essere un training a tutti gli effetti ed educare alla massima precisione nello svolgimento della operazioni all’interno della batteria. Al termine di ogni partita si riceve un codice univoco legato alla valutazione ricevuta per tracciare il progresso nel sistema di Learning Management interno a BMW. 

I vantaggi di apprendere giocando

Secondo uno studio di Edgar Dale, l’apprendimento attraverso il gioco migliora mediamente la retention delle nozioni di 7 volte, creando secondo TalentLMS un engagement dell’88% più alto rispetto ai metodi tradizionali.

«Da diverso tempo le aziende sono propense a valutare positivamente le potenzialità del gaming come fonte di apprendimento. Il Learning Game sviluppato per BMW Group Italia è un esempio virtuoso di come si possa trasformare un momento tipicamente ludico in una sessione formativa, prevenendo errori e offrendo l’opportunità di provare, in sicurezza, fino ad avere perfetta padronanza delle procedure. Inoltre, nella situazione attuale in cui il distanziamento sociale è una necessità, è ancor più evidente l’utilità dell’apprendimento da remoto, per migliorarsi professionalmente in autonomia in modo innovativo e coinvolgente», commenta Fabio Mosca, Cto di AnotheReality.

L’utilizzo del gaming come strumento di apprendimento porta numerosi vantaggi alle aziende, tra cui una riduzione dei costi, perché i tecnici possono provare le procedure da remoto, e la protezione dello staff che lavora in totale sicurezza. Inoltre, il gioco può tecnicamente raggiungere ogni pc, in qualunque Paese, migliorando la percezione di un brand a livello globale.