G2 Startups, acceleratore di startup e abilitatore di processi innovativi per le imprese, insieme ad altri soci co-fondatori dell’iniziativa, presenta ufficialmente G-Gravity, un hub di Innovazione e Centro di competenza dedicato all’Open Innovation, al Venture Building e allo sviluppo di Servizi e Prodotti con un approccio verticale sui settori Healthcare, Open Finance e Green Economy.

Roberta Gilardi, CEO di G-Gravity

“G-Gravity nasce per supportare le aziende nello sviluppo del business, accelerando il loro percorso di innovazione con un approccio sostenibile, responsabile e inclusivo incentrato sulle persone – dichiara Roberta Gilardi, CEO di G-Gravity –. Vogliamo promuovere e incoraggiare ulteriormente l’imprenditorialità portando l’innovazione ad un livello più avanzato attraverso una proposta collaborativa, integrata e aperta basata su conoscenze, competenze e connessioni sia italiane che estere. Definirei, quindi, G-Gravity come un piccolo universo in cui pianeti e satelliti interagendo tra loro generano nuovi campi gravitazionali e nuove energie.”

G-Gravity propone un modello integrato e ibrido, un hub phygital caratterizzato sia da uno spazio fisico con una superficie di oltre 1000 metri quadri, sito in uno storico edificio milanese, che da uno spazio digitale, l’Agorà della community denominata X-Know, dove gli innovatori di G-Gravity opereranno e svilupperanno idee, knowledge e iniziative in modalità collaborativa.

Ad inaugurare il percorso di G-Gravity un’iniziativa denominata “Digital Healthcare Sandbox” focalizzata sul settore salute.

Il concept del progetto “Sandbox” è stato vincitore del Bando “Startup per Milano 2020” lanciato dal Comune di Milano in relazione alla crisi Covid-19 e fa parte del modello di approccio “esperienziale” promosso da G-Gravity.

“L’ambizione di questo progetto sta nel coinvolgere aziende pubbliche e private, startup e altri soggetti chiave nella filiera della salute, per creare un vero e proprio sistema di servizi di telemedicina e telediagnostica capace di innovare la gestione del Patient Journey sul territorio e supportare il servizio sanitario messo in grande difficoltà dalla pandemia” – commenta Gilardi -. “Sostenendo e sviluppando competenze, conoscenze e idee in un processo di innovazione collaborativa guidato da G-Gravity, la Sandbox diventa così uno strumento orientato al progresso non solo sanitario, ma anche sociale.”