Juniper Networks ha annunciato la sua nuova visione per il futuro delle reti metropolitane: Cloud Metro.

Con l’accelerazione dei servizi 5G, IoT ed Edge, gli operatori di rete si trovano davanti a enormi opportunità offerte dalla crescente digitalizzazione, ma anche a una serie di nuove sfide. Queste applicazioni nuove e distribuite spostano l’erogazione dei servizi dall’edge tradizionale del provider alla rete metropolitana, facendo crescere volumi, velocità e varietà di traffico all’interno della rete metropolitana. All’improvviso, diventa possibile offrire una nuova generazione di servizi 5G, Internet of Things (IoT) ed edge distribuiti. E i grandi fornitori di servizi e le reti enterprise sono i motori che fanno girare questo mondo.

Ma prima di arrivare a questo punto, è necessario ripensare una parte della rete che è stata trascurata per troppo tempo: il metro network, o rete metropolitana. Per “metro” si intende quella parte critica dell’infrastruttura odierna che gestisce l’accesso e l’aggregazione, in cui confluiscono tutti gli elementi che accedono alla rete. Per arrivare a un’esperienza digitale libera, bisogna ripensare dalle basi la progettazione delle reti metropolitane, il modo in cui vengono gestite e per cosa vengono utilizzate.

A cosa serve Cloud Metro

Nei prossimi anni, il traffico metropolitano crescerà quattro volte più rapidamente rispetto a ogni altra parte della rete e la maggior parte rimarrà circoscritta nella stessa zona, per la distribuzione di servizi edge.

I confini fra le diverse parti della rete e dei servizi (business, residenziale, mobile xHaul) diventeranno più fluidi. E i nuovi servizi 5G ed edge distribuiti spingeranno quasi un terzo di tutti i carichi di lavoro verso i cloud edge. Le reti metropolitane tradizionali, progettate per convogliare il traffico su un core centralizzato, non basteranno più. Per capitalizzare le nuove opportunità 5G ed edge, agli operatori servirà una rete basata su un’esperienza ottimale, non sulla connettività. Ciò che serve è una soluzione Cloud Metro.

Brendan Gibbs, Vice President, Automated WAN Solutions di Juniper Networks

“La visione Cloud Metro di Juniper ripensa le reti metropolitane, oggi basate su silos e connessioni point-to-point, come un unico e versatile tessuto di servizi IP. È una visione che nasce dalla nostra esperienza con operatori cloud che gestiscono reti enormi su larga scala con operazioni automatizzate. Oggi, abbiamo adattato quei concetti di design per soddisfare le moderne esigenze delle reti metropolitane di nuova generazione”, commenta Brendan Gibbs, Vice President, Automated WAN Solutions di Juniper Networks.

A differenza delle attuali architetture frammentate, Cloud Metro è progettato per il pooling delle risorse, lo slicing della rete e le operazioni automatizzate basate sul cloud. Si interfaccia con le funzioni di rete, sia fisica sia virtuale, per offrire servizi distribuiti più vicini all’utente finale. Distribuisce in modo intelligente dove necessario le funzionalità del piano utente e l’edge del servizio per massimizzare l’efficienza e la qualità. Inoltre, utilizza un’architettura simile al cloud per portare alle reti metropolitane l’agilità e la resilienza del cloud.