Matchplat Explore è la piattaforma digitale che permette, attraverso un sistema di intelligenza artificiale, di intercettare partner commerciali in 196 Paesi al mondo, aiutando ad aprire nuovi mercati in tempi rapidi. Come un data analyst virtuale, effettua in tempo reale ricerche di mercato che combinano dati provenienti dal web e da fonti ufficiali su circa 300 milioni di aziende nel mondo.

L’idea è venuta prima del Covid e ora che le fiere di settore sono ferme è ancora più utile: trovare un modo veloce e affidabile, alternativo per ora e complementare poi, per stringere nuove partnership commerciali. Gli scenari e le catene di fornitura stanno cambiano e le nostre pmi hanno bisogno di muoversi sui mercati in modo agile e a costi competitivi, individuando rapidamente fornitori, partner strategici e industriali, distributori, clienti, competitor e aziende target per attività di finanza straordinaria.

Matchplat Explore è la piattaforma che consente ricerche attive in autonomia su un database globale di 300 milioni di aziende costantemente aggiornato, con l’inserimento di parole chiave personalizzabili e codici industriali. Alla fine, sfruttando l’intelligenza artificiale e le informazioni disponibili in rete, Explore restituisce risultati elaborati a seconda delle diverse esigenze.

«Il punto di forza di Matchplat Explore è l’uso di algoritmi d’intelligenza artificiale che garantiscono una riclassificazione delle imprese ricercate, che vendono analizzate alla luce delle attività realmente svolte e non solo in base a codici industriali, utilizzando invece informazioni dal web(siti e social network). Questo consente di abbattere le tempistiche nello svolgere ricerche complete, anche all’interno di nicchie di mercato specifiche, e di ottenere informazioni aggiornate e precise su aziende con le caratteristiche indicate. Il nostro scopo è rendere le informazioni commerciali una risorsa per tutte le imprese perché il mercato b2b sia sempre più dinamico e alla portata di ogni realtà», spiega Andrea Gilberti, Ceo e co-founder Matchplat.

Da sinistra, Yuri Sabbadini Andrea Gilberti ed Elia Calissi

Un sistema che apprende

In genere, invece, nei servizi di consulenza le aziende sono classificate solo in base ai codici industriali e i siti sono controllati manualmente da analisti, che si occupano di selezionare le imprese in target con le esigenze del cliente. Matchplat Explore fornisce invece una profilazione delle aziende a 360 gradi e da fonti multiple, con il servizio aggiuntivo Enrich per ottenere informazioni aggiuntive in termini di solidità finanziaria e creditizia delle aziende di proprio interesse, grazie alla qualità delle informazioni raccolte e al lavoro personalizzato di analisti (servizio di data enrichment).

Inoltre, grazie alla tecnologia del machine learning il sistema apprende costantemente al fine di migliorare l’output fornito: «Lo strumento ottimizza progressivamente la precisione dei risultati, in modo da offrire una panoramica sempre più attendibile dei mercati internazionali in cui si svolgono le ricerche», precisa Gilberti.

Utilizzabile attraverso licenza, la piattaforma è in continua evoluzione con sempre nuove funzionalità, come nuovi filtri utilizzabili dall’utente al momento della ricerca. A questo si unisce un aggiornamento periodico della banca dati con le anagrafiche delle sole aziende attive nel mondo.

Molto più di un marketplace

Matchplat Explore consente di effettuare ricerche di mercato in modo attivo e personalizzato, senza doversi adattare a una struttura preesistente. In questo modo è possibile individuare fin da subito contatti commerciali nei Paesi d’interesse, senza il vincolo dell’iscrizione a un marketplace dove potrebbero non essere presenti le aziende davvero importanti per l’utente.

Inoltre i marketplace utilizzati nel mercato b2b non presentano grandi possibilità di personalizzazione. «La maggior parte mette a disposizione una serie di funzionalità predefinite utilizzabili per presentare la propria azienda, come la creazione di una pagina, a cui si sommano di solito le spese per campagne pubblicitarie dedicate. Con la nostra piattaforma invece ci si può focalizzare sulle nazioni e sulla tipologia di aziende strategiche per il proprio business, senza la competizione interna con altre aziende presenti nel marketplace, dove molte realtà investono denaro per accrescere la propria visibilità marketplace e si basano su meccanismi “passivi” per cui le aziende pubblicano la propria offerta o la propria richiesta in attesa di essere trovate», spiega Gilberti.

L’output di Matchplat include invece le anagrafiche complete di tutte le aziende che si sono selezionate in automatico secondo le proprie esigenze: ragione sociale, indirizzo della sede principale, sito web, numeri di telefono. Il modello di business è duplice: con la vendita della licenza per l’utilizzo “as a service” della piattaforma per svolgere in autonomia ricerche di mercato totalmente personalizzate, oppure con il servizio di consulenza e la vendita al cliente di report personalizzati.

Lo sviluppo della startup

Nata nel 2018 da tre giovani soci, Andrea Gilberti (Ceo), Elia Calissi (Cfo) e Yuri Sabbadini (Cto), Matchplat, che fornisce servizi servizi b2b per marketing e supply chain, ha in corso il terzo round di finanziamento. Il primo da 150.000 euro (l’investimento è stato fatto da Andrea Franceschetti) ha permesso di realizzare il prototipo della piattaforma, mentre il secondo da oltre un milione di euro, con una operazione di equity crowdfounding sul portale 200Crowd e con la partecipazione al programma Microsoft for Startups ha permesso lo sviluppo del prodotto e dei canali distributivi.

In particolare, è stato possibile chiudere accordi con importanti provider di dati, che hanno permesso a Matchplat di basare le proprie soluzioni su una banca dati di portata mondiale, contenente circa 300 milioni di aziende in 196 nazioni.

Costruito il database, è stato quindi sviluppato internamente un software di intelligenza artificiale che, replicando le competenze e le attività di un data analyst, è in grado di effettuare in automatico una ricerca di mercato combinando dati provenienti da fonti ufficiali e dal web.

Il terzo round prevede la chiusura entro metà anno (4 milioni di euro) e consentirà l’internazionalizzazione della società con sedi in Germania e Gran Bretagna e progetti in Cina e Usa. Al momento Matchplat ha 200 clienti, una trentina di dipendenti a Bergamo in una sede da oltre 1.000 mq e una struttura di tre account manager guidati dal direttore commerciale, che dovrebbero arrivare 28 entro la fine del 2021.