Cisco ha svelato le innovazioni per semplificare e fornire sicurezza end-to-end per gli utenti, i dispositivi, le reti, le applicazioni e i dati, in occasione dell’RSA Conference 2021.

Gli annunci migliorano l’Extended Detection and Response (XDR) grazie a una maggiore visibilità su rete, endpoint e cloud.

Queste innovazioni ampliano la vision Cisco nell’ambito Secure Access Service Edge (SASE), fornendo un migliore rilevamento delle minacce nel cloud e ridefinendo la sicurezza di rete.

Semplificando la sicurezza della rete e delle operazioni IT, l’obiettivo di Cisco è di consentire in questo modo alle aziende di intraprendere il percorso di digitalizzazione senza alcun rischio.

La sfida della “nuova normalità”

D’altra parte c’è un nuovo modo di lavorare più distribuito e, a causa dei recenti eventi globali, il lavoro ibrido è diventato una realtà.

Gli utenti si aspettano di poter connettersi da qualsiasi luogo e attraverso qualsiasi dispositivo, mentre gli esperti di sicurezza si confrontano con soluzioni sempre più complesse, frammentarie e spesso con grande dispendio di tempo.

“In questo nuovo mondo in cui viviamo, la sicurezza deve essere al centro di ogni cosa. Riteniamo che sia necessario un approccio alla piattaforma che sia semplice, completo e basato sull’intelligence. In realtà non c’è più alcun perimetro aziendale da difendere. Abbiamo bisogno di visibilità su endpoint, utenti e applicazioni, oltre a dover proteggere i punti critici di controllo attraverso un’autenticazione continua senza password”, ha dichiarato il Chairman and Ceo di Cisco Chuck Robbins.