Parte la collaborazione tra Qualcomm e Capgemini per sbloccare i vantaggi delle reti private 5G per l’industria intelligente.

Lo scopo è fornire ai clienti l’accesso a un sistema di rete privata off-the-shelf completamente testato e validato. Lavorando con Qualcomm e ricoprendo il ruolo di integratore di sistemi, Capgemini dovrebbe fornire un accesso più rapido e facile ai vantaggi delle reti private in ambienti industriali e aziendali, anche per l’impresa digitale, i magazzini intelligenti e l’IoT industriale.

Capgemini prevede di supportare i clienti con i loro sistemi aziendali, le capacità di edge compute, il cloud e i dati/AI, l’interfaccia con i sistemi di gestione e altri elementi su misura per creare soluzioni end-to-end che sfruttino le reti private 5G.

Protagoniste proposte come Qualcomm 5G RAN Platform. “Crediamo che ci siano potenti benefici e possibili utilizzi davvero entusiasmanti nelle reti private, soprattutto quando si integrano le funzionalità del 5G, una maggiore privacy e tutte le altre caratteristiche che arrivano con il 5G standalone”, ha detto Enrico Salvatori, Senior Vice President and President, Qualcomm Europe/MEA, Qualcomm Europe.

“Utilizzando l’esperienza di Qualcomm Technologies nella connettività cellulare con i servizi di trasformazione aziendale e le capacità di integrazione dei sistemi leader del settore di Capgemini, prevediamo che sempre più aziende saranno in grado di beneficiare delle reti private cellulari per aumentare l’efficienza e la velocità di innovazione”, ha aggiunto Fotis Karonis, Group Leader of 5G and Edge Computing, Capgemini.

Questa collaborazione ha lo scopo di fornire alle organizzazioni una maggiore interoperabilità end to end carrier grade in un ambiente di ecosistema industriale wireless 5G di dispositivi connessi, apparecchiature connesse e infrastruttura di rete privata 5G.