Capire il senso dell’Industria 4.0, dotarsi di competenze tecniche e accelerare la trasformazione digitale. L’autunno è tempo di ripartenza e di formazione continua per restare in carreggiata. L’offerta di associazioni di categoria, società di formazione, università e business school selezionata da Industrie 4.0, con un approfondimento sul cartaceo di settembre.

Guidare la trasformazione digitale con il giusto approccio e le competenze che servono, a livello tecnico e manageriale, è il focus di numerosi corsi e percorsi in partenza tra settembre e novembre per chi opera nel settore industriale. Capirne di Smart e Lean Manufacturing, Data Science e Supply Chain digitale può fare la differenza per sfruttare i dati disponibili in azienda ed estrarne valore non solo in termini di riduzione dei costi ed efficienza, ma anche di sviluppo del business e della strategia.

Smart and Lean Industry

A questo scopo Liuc Business School propone l’executive program L’eandustry 4.0, che prevede 15 giornate dal 22 ottobre a giugno 2022, con momenti esperienziali nell’i-FAB, la fabbrica simulata per la produzione di calcio balilla realizzata con il contributo Bosch Rexroth, Bossard, Comau, Hartig, Omron, Rivetta Sistemi, Tema.

Il percorso è strutturato in quattro moduli, Lean Manufacturing, Industry 4.0, Gestione del Cambiamento e Project Work ed è pensato per manager e assistenti al responsabile di produzione, logistica, industrializzazione/tempi e metodi, miglioramento continuo, ufficio tecnico, manutenzione.

Foto: I-Fab Liuc Business School
Foto: I-Fab Liuc Business School

A sua volta, Cuoa Business School di Altavilla vicentina propone il corso on-line Lean Leadership: gestire le sfide in un contesto 4.0 (26-27 ottobre 2021), in collaborazione con Spark Innovation Catalist, che fa parte del corso executive Smart Manufacturing (13 ottobre 2021 – 22 gennaio 2022), a sua volta in partnership con la società di consulenza Considi.

L’obiettivo generale del percorso è quello di mettere in connessione l’evoluzione delle macchine con la crescita delle persone, alla luce della strategia aziendale. Vengono trasferiti strumenti per lo snellimento dei processi e l’introduzione della tecnologia in azienda, tenendo sempre presente lo sviluppo delle persone e fornendo indicazioni sugli incentivi fiscali tuttora a disposizione. L’iniziativa si rivolge a manager e imprenditori, ma anche a operativi con l’intento di trattare la tecnologia come parte integrante della strategia aziendale.

La figura del Digital Manufacturing Officer viene invece formata e certificata in sei giornate dalla Lean Factory School® di Bonfiglioli Consulting, scuola creata per applicare i concetti del Lean World Class® e far toccare con mano la trasformazione digitale in un ambiente che riproduce fedelmente la realtà aziendale.

Molti corsi di formazione continua sul digitale applicato all’industria sono proposti da Federmanager Academy, come “Manutenzione predittiva e Cloud manufacturing”, “IoT, Cps e le nuove frontiere dell’intelligenza artificiale”, “Smart materials” e “Big data, le applicazioni e un nuovo tipo di manager: il data strategist”. L’academy di Federmanager ha a catalogo anche il master breve Industry 4.0 All inclusive, che riparte il 18 settembre con l’obiettivo di certificare le competenze di cinque profili manageriali: Innovation manager; Temporary manager; Manager di rete (nel senso dei contratti di Rete di imprese), Export manager e per l’internazionalizzazione e Manager della sostenibilità.

Big Data Analytics

Comprendere l’utilizzo strategico dei dati nell’industria e imparare a sfruttarli e interpretarli nel modo corretto è al centro di molti corsi di formazione continua. In particolare, è dedicato al data scientist il corso di Festo Academy Industrial data scientist in collaborazione con Microsoft, in partenza il 5 ottobre nella sede di Assago (MI) ed è ancora frequentabile il 4 ottobre il sesto modulo conclusivo del percorso “Industrial manager 4.0” dedicato alla costruzione di una roadmap per la Digital transformation in azienda.

Anche la Lean Factory School® di Bonfiglioli Consulting forma e certifica il data scientist in dieci giornate tra il 23 settembre e il 25 novembre 2021. Il focus sarà sulla centralità dei dati come fattore strategico per lo sviluppo del business; elaborazione dei dati tramite strumenti di statistica industriale; strumenti di analisi inferenziale & model fitting; metodi di programmazione; data collection; data visualization e machine learning.

L’obiettivo generale è quello di comprendere come impostare e implementare progetti di Big Data Analytics, attraverso la conoscenza delle infrastrutture abilitanti e delle classi di algoritmi da utilizzare. Oltre alla prima edizione del master in Digital Transformation con un taglio più junior (3 novembre – 12 settembre 2022) in modalità blended, Cuoa Business School propone due corsi di specializzazione dell’executive master in Ict Management, che trattano big data e analytics.

In particolare, il Jobleader Business Intelligence e Predictive Analytics è un percorso di approfondimento sugli analytics, che esplora le principali soluzioni tecnologiche di datawarehousing, business intelligence e predictive analytics, con l’obiettivo di definire una strategia che consenta di estrarre valore dai dati (19 novembre – aprile 2022).

Il Jobleader Data Science, I4.0 e Big Data, a sua volta, è un percorso di approfondimento sulla data science nell’era dell’Industria 4.0, con l’enorme quantità di dati oggi disponibili grazie allo sviluppo delle tecnologie di rete, Data warehousing e servizi Cloud (19 novembre-aprile 2022).

Supply Chain integrata

Logistica distributiva, gestione strategica degli acquisti, integrazione digitale della catena del valore da monte a valle sono temi caldi dell’area logistica che, come tutte le divisioni aziendali, sta affrontando profonde trasformazioni. Il MIP Business School del Politenico di Milano propone un percorso executive in Supply Chain Management (novembre 2021-luglio 2022), in collaborazione con Adaci e Assologistica, con un formato part time di 8 moduli di due giornate a tempo pieno con cadenza mensile.

È previsto anche un project work finale con la consulenza di un membro della faculty e la possibilità di scegliere una specializzazione tra “Logistica Distributiva” e “Gestione Strategica degli Acquisti”. Anche Cuoa Business School organizza il corso executive Operations & Supply Chain Management (17 settembre – 9 aprile 2022) in modalità blended (25% online e 75% in sede), che è un modulo dell’Executive Master Operations & Supply Chain Management (17 settembre – 31 luglio 2022).

L’obiettivo è quello di sviluppare competenze tecnico-specialistiche e acquisire strategie e tecniche per migliorare la pianificazione, la gestione e il controllo di una supply chain sempre più integrata, affrontando le tematiche legate alla complessità e alle nuove prospettive dell’Industria 4.0.

Quindi Liuc Business School propone un corso di Digital Supply Chain i prossimi 2-3 dicembre, modulo del percorso Supply Chain Excellence. Il primo giorno affronta i processi digitali e le principali tecnologie per la filiera distributiva e, il secondo, la movimentazione guidata e l’automazione. Il corso è rivolto a direttori generali, direttori e responsabili Supply chain, direttori Operations, direttori Acquisti e Logistica.

Inoltre, è in corso il Master Adaptive Operations & Supply Chain Management di Festo Academy, di cui è possibile seguire ancora il terzo Modulo tra il 23 settembre e febbraio, “Operations Supply Chain Management fundamentals and best practice” e il quarto modulo tra marzo 2022 e maggio “Operations Change, Transformation & Adapt”, che forniscono competenze ai manager delle Operations su come riconfigurare velocemente la supply chain in maniera adattiva, rispetto ai cambiamenti di mercato e in base al modello di business, su come valutare gli impatti in termini di prestazioni logistiche ed economiche di configurazioni alternative, anche in termini di rischio e su come le nuove tecnologie creino opportunità per la configurazione stessa della supply chain.

Non specifico per l’industria, ma trasversale alle organizzazioni, è infine la prima edizione del corso della Scuola Master e Formazione permanente del Politecnico di Torino, in collaborazione con Cuoa Business school, sullo Smart Working nella nuova normalità, 30 ore il mercoledì pomeriggio tra il 13 ottobre e il 15 dicembre.