Nel 2020, 3,4 miliardi di cyber-attacchi hanno colpito le organizzazioni di servizi finanziari, con un aumento di oltre il 45% annuo nel settore.

I cyber-attacchi emergenti potrebbero mettere a rischio tra il 9 e il 50% dei profitti delle istituzioni finanziarie, come ha dichiarato il Fondo Monetario Internazionale.

FINSEC è un progetto flagship dell’Unione Europea che ha sviluppato una piattaforma che migliorerà notevolmente la sicurezza delle infrastrutture del settore finanziario.

GFT Italia ha coordinato 23 partner internazionali che sono stati coinvolti nel progetto.

Finsec migliora la sicurezza degli ATM

Uno dei casi d’uso sviluppato da FINSEC, e che evidenzia facilmente i vantaggi pratici del progetto, riguarda la sicurezza degli ATM.

I bancomat rappresentano ancora obiettivi redditizi per i criminali, e le banche e i loro clienti sono a serio rischio di frode e rapina presso gli ATM. Il sistema FINSEC analizza le immagini delle telecamere a circuito chiuso dei terminali ATM e utilizza algoritmi di Machine Learning per rilevare gli attacchi fisici sia contro il cliente che contro il bancomat stesso.

FINSEC è inoltre in grado di rilevare quando i criminali cercano di manomettere il terminale ATM o di rubare i dati dei clienti per prelevare illegalmente dei fondi.

Alcuni progetti pilota

Il numero di casi d’uso prodotti ha superato di gran lunga quello preventivato. Gli scenari ad alto impatto sviluppati hanno incluso monitoraggio della rete SWIFT, protezione dei data centre e degli ATM, protezione di reti di pagamenti peer-to-peer, sicurezza delle infrastrutture delle PMI finanziarie e gestione del rischio delle compagnie assicurative.

Inoltre, le istituzioni finanziarie possono condividere informazioni su rischi e minacce tramite una piattaforma per la sicurezza collaborativa basata sulla tecnologia blockchain.