Allnet.Italia si rafforza nella cybersecurity acquisendo la quota di maggioranza, pari all’80%, di Symbolic, distributore a valore aggiunto di soluzioni di data & network security.

Questa operazione consentirà ad Allnet.Italia di superare i 100 milioni di fatturato, con una strutturata e ampia offerta verticale in ambito IT e una forte presenza all’estero, in particolare nel sud Europa.

Emiliano Papadopoulos, ceo di Allnet.Italia

“Nell’ottica di offrire un eccellente servizio ai clienti, abbiamo sentito la necessità di accelerare la nostra crescita nella cybersecurity, mediante una strategia di sviluppo, anche per linee esterne, con l’acquisizione di Symbolic: azienda storica italiana, rinomata sul mercato per la sua specializzazione e il forte know-how maturato negli oltre 25 anni di attività. In questa fase Symbolic continuerà ad operare con il suo brand per capitalizzare il valore che il mercato gli riconosce in relazione alle sua consolidata expertise”, ha spiegato Emiliano Papadopoulos, ceo di Allnet.Italia.

Una boutique ad altissima specializzazione

Symbolic rendere disponibili soluzioni per la protezione e l’integrità dei dati, la sicurezza perimetrale delle reti, le soluzioni anti-malware, sistemi crittografici, soluzioni di system integrity ed event management, privileged access management, vulnerability management e in generale, tutti gli strumenti più evoluti per proteggere le moderne reti informatiche dai pericoli a cui potrebbero essere esposte.

Un approccio che si declina concretamente nell’offerta di un supporto completo, che va oltre la semplice consulenza nella scelta delle migliori tecnologie, per estendersi a tutte le fasi del progetto: pre e post-vendita, oltre che formazione.

“In Allnet.Italia abbiamo identificato il compagno di viaggio ideale, con cui sarà possibile creare importanti sinergie, mettendo a fattor comune non solo risorse e capitale umano, ma anche competenze e know-how tecnologico, elementi che ci permetteranno di unire le forze e presentarci sul mercato con una forza competitiva nettamente superiore”, ha commentato Martino Traversa, ceo di Symbolic.