Per l’azienda Rold il 2019 è iniziato con un importante riconoscimento internazionale, giunto direttamente dal World Economic Forum.

Il Forum, infatti, ha collocato Rold tra i cosiddetti “Lighthouse plant”, vale a dire tra i migliori stabilimenti produttivi a livello mondiale in ottica 4.0.

Lo scorso 10 gennaio il World Economic Forum ha ufficialmente annunciato l’inserimento di ulteriori sette nuove fabbriche nel network dei “Manufacturing Lighthouse”, gli impianti “faro”, ovvero strutture produttive che fungono da esempi virtuosi mondiali per il loro modo di adottare e integrare con successo le tecnologie all’avanguardia nell’ottica della Quarta Rivoluzione industriale.

Lo scopo del network è contribuire a supportare le industrie nelle economie avanzate ed emergenti nel superare le sfide pratiche che sorgono quando si decide di intraprendere un percorso di aggiornamento tecnologico.

Di fatto, indagini precedenti del World Economic Forum hanno messo in evidenza che oltre il 70% delle imprese che investono in tecnologie – come Big Data Analytics, intelligenza artificiale o stampa 3D – non riesce a superare la fase pilota.

Per questo, tutte le aziende “faro” della rete hanno accettato di aprire le porte delle loro fabbriche e condividere le loro competenze ed esperienze con le altre aziende manifatturiere.

Le sette nuove aziende “faro”, tra le quali è stata inclusa Rold, vanno ad aggiungersi al gruppo delle altre nove realtà già identificate nel 2018. Tutte le aziende sono state selezionate fra 1.000 produttori mondiali, in base alla loro implementazione delle tecnologie 4.0 secondo criteri che hanno tenuto conto anche dell’impatto finanziario e operativo.

Rold, una pmi “faro” per il 4.0 a livello mondiale

I sette nuovi “Lighthouse” presentano settori e aree geografiche diverse: quattro fabbriche sono situate in Europa (Bmw Group, Regensburg, Germania; Sandvik Coromant, Gimo, Svezia; Tata Steel, IJmuiden, Paesi Bassi), due in Cina (Danfoss Commercial Compressors, Tianjin; Foxconn) e una in Medio Oriente (Saudi Aramco Uthmaniyah Gas Plant, Uthmaniyah, Arabia Saudita).

Fra tutte, però, è stato messo in evidenza dallo stesso World Economic Forum, l’italiana Rold è l’unica azienda di medie dimensioni, con i suoi 240 dipendenti, ad aver ottenuto un riconoscimento di tale portata a livello internazionale.

L’ingresso della pmi italiana di Cerro Maggiore nella rete dei “Lighthouse Plant” dimostra l’elevato grado di innovazione di Rold, che ha messo in campo tecnologie avanzate, come smart watch, prototipazione rapida e dashboard digitali, che hanno contribuito con successo a migliorare non solo la produttività, ma anche il fatturato, in percentuali tra il 7% e l’8%.

E Rold ha vinto in pieno non solo una sfida tecnologica, ma anche organizzativa: come è emerso dalle analisi dello stesso World Economic Forum, infatti, nelle aziende manifatturiere spesso a mancare non sono le tecnologie avanzate, quanto le strutture e le risorse adeguate per affrontare in modo efficace l’impatto e i costi della trasformazione digitale.